Dieta alimentare in allattamento

Questo antico modello di alimentazione rappresenta un patrimonio della nostra cultura e, da molti esperti del settore, è ritenuta la migliore delle diete.Bisogna sottolineare che la dieta mediterranea, più che ai carboidrati, va correttamente ricondotta (per dirla in breve) a frutta, verdura, pesce e carne bianca, tutti alimenti non solo basilari, ma anche salutari per il nostro benessere in quanto ricchi di nutrienti e poveri di grassi.Di conseguenza, è opinione diffusa tra i dietologi che questo modello nutrizionale, se seguito correttamente, sia indicato anche come dieta dimagrante in quei soggetti la cui dieta abituale è ricca di grassi.Gli alimenti consigliati dal regime vengono suddivisi in sette gruppi ben distinti.Seguendo tale illustrazione risulta intuitivo comprendere cosa mangiare quotidianamente, i cibi che vanno consumati poche volte a settimana e gli alimenti che invece devono essere assunti raramente, solo qualche volta al mese. Approfondiamo i benefici apportati da questo stile di vita e scopriamone i limiti ed i segreti.In effetti le nuove versioni di tale regime alimentare tendono a ridurre leggermente le quantità di pane e pasta suggerite dalla piramide alimentare tuttavia in generale prevalgono ancora le tesi a sostegno dello schema classico della dieta che sottolineano l'aiuto che essa offre per il mantenimento del peso corporeo poiché non si eccede con i grassi e con gli zuccheri.La dieta consiglia di assumere tutti gli alimenti secondo principi base riassunti in uno schema chiamato piramide degli alimenti. Per comprendere come strutturare un regime alimentare secondo i secondo i suggerimenti dell'alimentazione mediterranea puoi consultare l'immagine di esempio della nota piramide tradizionale che illustra il consumo ideale dei diversi alimenti per seguire una dieta bilanciata.Le regole e le caratteristiche di questo modello alimentare potrebbero essere riassunte in due termini esemplificativi: "varietà" e "completezza" che, accompagnate dal buon senso, permettono di seguire un regime alimentare che garantisce gusto e benessere.Secondo la dieta mediterranea il fabbisogno giornaliero di calorie deve derivare per il 50 – 60% dai carboidrati, per massimo il 30% dai grassi e per il 15% circa da proteine per avere una dieta equilibrata.Oggi si associa spesso la Dieta Mediterranea con pane e pasta, ovvero ai carboidrati ritenuti "nemici" della linea.La lettura dello schema è semplice, gli alimenti al vertice della piramide sono quelli da consumare sporadicamente ed in quantità limitate mentre alla base ci sono i cibi migliori che possono essere mangiati tutti i giorni ed in quantità abbondanti.L’impostazione corretta di questo schema prevede che vengano consumati quotidianamente gli alimenti secondo proporzioni ben definite: In questo modo si ottiene una dieta bilanciata che comprende tutti i nutrienti.

La dieta mediterranea, oggi patrimonio dell'umanità, è una dieta molto diffusa un programma alimentare che aiuta l’organismo a rimanere in salute.Inoltre il consumo di frutta e verdura e di cereali apporta, come vedremo nel dettaglio più avanti, molti benefici per la nostra salute in quanto tali alimenti contengono antiossidanti, vitamine e fibre, elementi essenziali per mantenere il nostro organismo in salute e avere quindi maggiore longevità.Innanzitutto bisogna sfatare questo falso mito, in quanto i carboidrati sono nutrienti essenziali, che, come tutti gli altri alimenti, vanno assunti nelle giuste quantità.Come abbiamo visto nella dieta mediterranea si possono mangiare tutti i tipi di cibi secondo lo schema della piramide alimentare, ma si da particolare importanza a frutta, verdura e cereali.Ma in realtà cos'è che caratterizza realmente questa dieta?